la ricerca sul sarcoma

Lo studio clinico è una ricerca medica che richiede la partecipazione di volontari per sviluppare nuovi trattamenti, valutare l’efficacia di nuovi farmaci o di nuovi schemi terapeutici o abbinamenti di farmaci o trattamenti già disponibili, soppesando benefici e possibili rischi o effetti collaterali, confrontare vecchie e nuove terapie per capire vantaggi e opportunità o analizzare ulteriormente quelli già disponibili. Sono ricerche necessarie, senza le quali non sarebbero disponibili le diverse possibilità terapeutiche che oggi consentono di curare con successo tanti tumori e malattie in generale.

Gli studi clinici non sarebbero possibili senza il coinvolgimento dei/le pazienti, che rappresentano un campione più ristretto, ma rappresentativo delle persone con una determinata malattia (in questo caso un sarcoma) per la quale si sta valutando il trattamento alla ricerca di quello sempre migliore. Gli studi clinici possono essere principalmente di due tipi: osservazionali (dove si raccolgono dati nel tempo su situazioni in essere senza agire) o interventistici (in cui invece si valuta sicurezza ed efficacia di un intervento terapeutico). Lo studio clinico è caratterizzato da quattro possibili diverse fasi, in cui viene valutata la sicurezza e l’efficacia di un farmaco o di uno schema terapeutico, anche a confronto di trattamenti già conosciuti e utilizzati e di cui è noto il profilo di efficacia e sicurezza su un numero crescente di pazienti.

La partecipazione di volontari agli studi clinici è quindi necessaria per il continuo miglioramento delle conoscenze che permettono di arrivare a trattamenti sempre migliori e più sicuri per il controllo delle malattie, in questo caso, dei sarcomi. Forniscono informazioni molto importanti sulle sostanze farmacologiche migliori, sulle possibili combinazioni di più farmaci o di più terapie (chemioterapia, radioterapia, chirurgia), in che sequenza e con quali dosaggi, grazie anche, per esempio, al confronto fra gruppi di soggetti trattati con diversi schemi terapeutici per capire quale sia il più efficace, soppesando vantaggi e rischi. A una persona cui viene fatta diagnosi di sarcoma, se presenta le caratteristiche richieste per un particolare studio clinico, può quindi essere chiesta la sua partecipazione, volontaria e dopo illustrazione di tutte le eventualità del caso. Ci sono inoltre una serie di tutele da conoscere che vanno rispettate, dal protocollo di studio che deve per esempio essere approvato da un Comitato Etico (formato da persone esperte e non, scollegate dallo studio clinico e il cui parere non venga quindi influenzato) al consenso informato richiesto al partecipante, al monitoraggio dello studio durante il suo svolgimento, per interromperlo laddove vi siano elementi che rendano utile o necessaria lo stop alla ricerca a vantaggio e tutela di chi vi partecipa.

In questa sezione sono riportati gli approfondimenti relativi ad alcune domande che possono sorgere su questo tema, insieme con i principali e più recenti studi clinici in corso o conclusi sui diversi tipi di sarcomi, realizzati in Italia o a livello internazionale con la partecipazione anche di centri italiani.

Pagina aggiornata al 9 aprile 2018